Roma 4 maggio 2014 – il Comitato Verita’ e Vita alla Marcia Nazionale per la Vita a Roma

Roma 4 maggio 2014 – il Comitato Verita’ e Vita alla Marcia Nazionale per la Vita a Roma

Comunicato Stampa n. 154

Il Comitato Verità e Vita parteciperà con convinzione ed entusiasmo alla Marcia Nazionale per la Vita che si terrà a Roma il 4 maggio prossimo, con un suo striscione ed un suo messaggio.
 
La Marcia Nazionale per la Vita è fatta da un popolo – negli anni sempre più numeroso – che denuncia una realtà semplice, senza mediazioni politiche e senza edulcorazioni e/o annacquamenti: l’aborto – sia quello chirurgico, sia quello chimico, sia quello procurato con le “pillole dei giorni dopo” – uccide un essere umano innocente, per cui è un delitto abominevole!
La seconda verità è anch’essa evidente e non può essere elusa o taciuta: una legge che permette di uccidere esseri umani innocenti, per di più a spese dello Stato, è una legge radicalmente ingiusta e non può che essere cancellata dal nostro ordinamento!
 
La legge 194 del 1978 ha fatto milioni di morti innocenti in questi quasi 36 anni; ha ucciso decine di madri – almeno tre negli ultimi sei mesi, due per aborto chirurgico, a Milano e a Salerno, e una per l’utilizzo della RU486 a Torino – e ha prodotto postumi fisici, psichici e psicologici su moltissime altre, che hanno sperimentato la reale natura dell’autodeterminazione che la legge offriva; ha lasciato migliaia di padri privi di un figlio che non hanno nemmeno potuto difendere.
La legge 194 ci ha poi “educato”: ci ha insegnato a chiudere gli occhi di fronte ad un bambino, a pensare che sia meglio che un bambino malato muoia, a ritenere che un bambino down sia una disgrazia per la sua famiglia, tanto da poter chiedere il risarcimento perché è nato!
Negando il diritto alla vita, che è il fondamento di ogni Stato democratico, la legge 194 contribuisce a trasformare il nostro Paese in uno stato totalitario, dove la libertà di coscienza e di religione di medici, farmacisti ed infermieri che vogliono solo essere fedeli alla loro professione è messa in pericolo e da qualcuno già esplicitamente negata!
 
Il popolo della Marcia per la Vita non vuole chiudere gli occhi e non intende tacere: griderà NO all’aborto, senza eccezione né compromessi, SI’ alla vita sempre!
Il Comitato Verità e Vita dà a tutti appuntamento a Roma!

Circa l'autore