Marcia per la vita uniti per difendere tutti i bambini concepiti

Marcia per la vita uniti per difendere tutti i bambini concepiti

Comunicato Stampa n. 160

Il Comitato Verità e Vita ci sarà.

Dopo le Marce di Washington, San Francisco, Parigi, Brisbane, Praga, Bruxelles, sta finalmente giungendo anche in Italia l’ora della Marcia per la Vita! Preceduta da quelle di Biella (21 marzo) e di Palermo (18 aprile), il 10 maggio 2015 alle 14 partirà da Castel Sant’Angelo la Quinta Marcia Nazionale per la Vita.

“Per la vita senza compromessi”: anche quest’anno tutti coloro che parteciperanno alla Marcia per la Vita potranno testimoniare pubblicamente una verità semplice e chiara: l’abominio dell’aborto provocato, la necessità di difendere la vita umana – ogni vita umana, a partire da quella più indifesa ed innocente del concepito – dalle aggressioni che provengono da ogni parte; l’ingiustizia di ogni legge che consenta l’uccisione o la morte prevista ed accettata di vite umane innocenti, tra esse prima e matrigna di tutte le altre, la legge 194 del 1978, così come la legge 40 del 2004 sulla fecondazione artificiale.
“Per la vita senza compromessi”: la Marcia per la Vita – come in tutto il mondo – ha una sua vita propria, che va al di là delle persone degli organizzatori: essa è animata da coloro che marciano e che lo fanno insieme agli altri ma con il proprio stile, le proprie insegne, i propri canti e slogan! Quella di Roma, poi, vede giungere ogni anno persone da tutto il mondo, perché Roma è il centro della Cristianità e ciò che si fa a Roma vale per tutto il mondo!
“Per la vita senza compromessi”: chi non marcerà il 10 maggio a Roma avrà perso l’occasione di dire ad alta voce al mondo che la vita di ogni uomo è degna di essere vissuta e deve sempre essere difesa.

Il Comitato Verità e Vita ci sarà: con convinzione, gioia ed entusiasmo!

Circa l'autore