Appello a tutti i parlamentari che hanno a cuore il bene dell’italia e dell’ umanità

Appello a tutti i parlamentari che hanno a cuore il bene dell’italia e dell’ umanità

Comunicato Stampa n. 174

La sordità mostrata all’appello del Popolo della Famiglia, sceso in piazza numerosissimo il 20 giugno 2015 ed il 30 gennaio 2016 ed ai nostri ripetuti appelli durante la discussione del ddl Cirinnà al Senato ha di fatto spianato la strada all’approvazione di questo ddl, su cui arrogantemente e prepotentemente il duce Renzi ha messo la fiducia.
L’annunciato voto contrario di una parte dei Deputati, che si riferiscono all’antropologia personalistica, mostra che le parole spese fino ad oggi non sono state del tutto vane, ma può anche nascondere – se la componente del PD che si rifà agli stessi valori preferisce anche questa volta obbedire al partito piuttosto che … come è accaduto per la legge 194/1978 – una farsa, poiché il loro voto non è indispensabile per l’approvazione alla Camera del ddl sulle unioni civili votando “no” salverebbero la faccia senza porre alcun ostacolo ai malefici disegni del Governo!
Se la contrarietà all’equiparazione delle unioni civili di persone dello stesso sesso è vera e convinta chiediamo ai Ministri del NCD di preannunciare le loro dimissioni ed a tutti i Parlamentari – in particolare ai Senatori – di Area Popolare, Democrazia Solidale e a quanti ritengono l’approvazione di questo disegno di legge disastroso per il futuro dei nostri Figli e per l’Italia di riparare il male fatto dando il loro voto di fiducia al ddl sulle unioni civili non sostenendo più il Governo con il loro voto al Senato dove i loro voti sono indispensabili.
Nei momenti difficili è necessario essere coraggiosi e pensare al bene comune e ci auguriamo che nel Parlamento Italiano ci siano ancora persone capaci di compiere questi gesti eroici.

Circa l'autore